Studenti volontari in servizio in alcune strutture per anziani del territorio

Studenti volontari, 59 adesioni

Sono una sessantina gli studenti dell’istituto Fermi che quest’anno partecipano al progetto Pony della Solidarietà promosso da Auser di Arona. Il 25 ottobre il presidente Giuseppe Andreoni, il vice Antonio Rondinella e l’ex docente Marienza Coraci si sono recati nella scuola aronese per presentare l’iniziativa. Si tratta di un progetto che prevede attivotà ludiche e di intrattenimento degli anziani nelle case di riposo del territorio. Sei le strutture coinvolte: la Casa di riposo di Arona, la Palladio di Dormelletto, la Pinoli di Castelletto, la S. Angelo di Sesto Calende, la Casa di riposo di Meina e Villa San Benedetto di Paruzzaro. Dei 59 ragazzi che hanno aderito al progetto Pony ben 29 hanno optato per la casa di riposo aronese.

Il presidente Andreoni

«Come sempre – spiega Andreoni – l’obiettivo è far conoscere alle nuove generazioni un ambiente diverso rispetto a quello scolastico. O a quelli abitualmente frequentati dai giovani come pub o discoteche. Molti di  loro hanno a casa almeno un nonno e così comprendono meglio l’importanza di questo servizio di volontariato. Nella case di riposo i Pony trovano anche anziani che vivono lì abbandonati dalle loro famiglie. E per fortuna che queste strutture esistono».

Leggi anche:  Saccheggiava auto al supermercato: denunciato

Il progetto

Il progetto, nato in Piemonte 9 anni fa, è sostenuto dalla Fondazione San Paolo di Torino che ai Pony assicura un piccolo contributo forfetario. Esso serve a coprire eventuali spese, oltre alla pizzata di fine anno e alla giornata di svago alle Piscine di Cigliano.

Auser Arona presenta il progetto I pony della solidarietàAuser Arona presenta il progetto I pony della solidarietà