Aggressione guardia medica: incredibile risvolto dopo la visione delle immagini da parte delle telecamere. Nessun pugno in pieno viso e conseguente rottura degli occhiali.

Aggressione guardia medica, clamoroso risvolto

Alla fine, le immagini delle telecamere, hanno raccontato tutta un’altra storia. Non ha subito nessuna aggressione la guardia medica novarese come annunciato nei giorni scorsi.
A confermarlo è la questura dopo aver visionato i filmati a disposizione delle autorità.

I fatti

Nella serata del 10 marzo gli Agenti della Squadra Volante sono intervenute in Viale Roma, a seguito della segnalazione di una lite in corso. Al loro arrivo S.B., medico in servizio presso la citata struttura sanitaria, si presentava sanguinante al volto e riferiva di essere stato colpito da un pugno sferrato da P.A., cittadino domenicano.

Interrogato dagli agenti P.A. aveva però raccontato del rifiuto maleducato da parte del dottore di effettuare un’iniezione intramuscolo. Non solo: sarebbe stato aprostrofato con frase offensive.

Il medico ha presentato poi denuncia di percosse riferendo di aver ricevuto un improvviso pugno al volto che gli aveva rotto anche gli occhiali.

Leggi anche:  Addio Gigliola Sacchi, storica volontaria e dipendente del Comune

E invece..

Al fine di chiarire i fatti, gli Agenti della Squadra Mobile dopo aver acquisito le immagini delle telecamere presenti nei locali della Guardia Medica, accertavano che il medico S.B. in maniera esagitata entrava in contatto fisico con P.A. provocandolo. Quest’ultimo cercando di guadagnare la porta d’uscita, ha alzato un braccio per difendersi ed in questo frangente ha impattato con il volto di S.B.

Le successive immagini hanno mostrato altresì che S.B. si è tolto gli occhiali, li ha lasciati cadere a terra e gli stessi sono stati poi accidentalmente calpestati da uno dei medici intervenuti a sedare la lite.

Alla luce delle risultanze, la Squadra Mobile ha deferito all’autorità giudiziaria il sanitario.