Basta suicidi e con questo obiettivo nasce StayAleeve, un’associazione per aiutare i giovani.

Basta suicidi

“Siamo otto ragazze e ragazzi tra i 17 e i  20 anni che hanno deciso di mttere a disposizione risorse, tempo e passione per lottare contro un fenomeno quanto mai attuale, quello del suicidio giovanile. Secondo l’Istat, infatti, nel 2014, 400  persone sotto i 30 anni si sono tolte la vita. Questo è dunque un fenomeno da non sottovalutare e da affrontare in una nuova maniera,
sfruttando anche la capacità dei più giovani di ascoltare e parlare con i loro coetanei”. Secondo i fondatori dell’associazione, “la peer education si presenta allora adeguata ad affiancare altri strumenti per un’efficace attività di prevenzione.

L’associazione

È nata così l’associazione «StayAleeve». Il nome, derivato dall’imperativo inglese «Stay alive!», «Resta vivo!», è stato scelto per due ragioni: la prima, che si trova nella natura della modifica, è quella di voler trasmettere un’idea di cambiamento, di novità, una scossa da quelle che sono le associazioni già esistente sullo stesso tema, ma che avrebbero bisogno di una “rinfrescata”; la seconda, invece, riporta al nome della persona la cui storia ha fatto nascere l’idea di questa associazione.

Leggi anche:  Furto chiesa lascia borsa incustodita e gliela rubano

L’appuntamento

“Il primo passo ovviamente è raccogliere persone che ci vogliano sostenere associandosi: il tesseramento sarà possibile online a partire dal 14 novembre sul sito hFp://stayaleeve.org, dove si possono trovare ulteriori informazioni sull’associazione e sul tema del suicidio. Sempre attraverso il nostro sito è possibile offrire un supporto economico. La conferenza stampa di presentazione dell’associazione si terrà il 18 novembre alle  11 nel foyer del Nuovo teatro Faraggiana (via dei Caccia, 1F, Novara). Interverrà Pier Paolo Boldon Zanetti, docente di filosofia e scienze umane al liceo delle Scienze umane Bellini di Novara. L’iniziativa è aperta al pubblico.