Caos parcheggi: una mattinata impegnativa per chi si fosse avventurato alla ricerca di uno stallo libero in cui lasciare l’auto.

Caos parcheggi: un giorno molto particolare

Gli “ingredienti” c’erano tutti. Il tradizionale luna park del Tredicino che occupa l’intero piazzale Aldo Moro con le giostre, e l’adiacente parcheggio sterrato,  occupato da camper e roulotte. Tutta la parte iniziale di corso Repubblica, dalla Navigazione alla rotonda con via Matteotti, occupata dai banchi del mercato. Scuole e molti uffici chiusi per via della Patronale. E, infine, finalmente una attesissima giornata di sole e temperature miti. Un mix micidiale per gli automobilisti che nella mattinata di martedì 13 si sono lanciati nell’impresa delle imprese: la ricerca di un parcheggio.

Sosta selvaggia

Come spesso capita in questi casi si ricorre agli “estremi rimedi”. Così, quando il posteggio non c’è, in molti scelgono di inventarselo. E’ quello che è accaduto ad esempio nell’area ex Metropark vicino alla stazione. Lì in molti hanno deciso di sfruttare ogni possibile spazio, anche i più “audaci”. Il centro del parcheggio, nella sua parte finale, è stato riempito da una lunga serie di auto in sosta in fila indiana e talvolta anche doppia fila. In barba all’assenza di segnaletica orizzontale. Anche in altre parti della città non sono mancati “parcheggi creativi” e auto lasciate in doppia fila o in posizioni non regolari.

Leggi anche:  Delegazione aronese a Nizza al Consolato Italiano

Dove non si paga

Per fare fronte all’emergenza parcheggi che si crea con l’occupazione del piazzale Moro, l’Amministrazione di Arona ricorda che sono gratuiti, oltre all’ex Metropark, come sempre, anche i parcheggi di largo Vidale, quelli di via Monte Grappa, di corso Repubblica (dalla stazione alla rotonda, controviale compreso). La gratuità della sosta, pensata per i pendolari, e varrà dal lunedì al venerdì.

Una foto aerea scattata da Stefano Pezzano tramite un drone.