Cri evento per inaugurare un drone che sarà impiegato nella ricerca dispersi

Cri evento per la sezione aronese

Nel primo pomeriggio di sabato 11 il parco della Rocca ha fatto da cornice a una doppia inaugurazione. Oltre alla nuova ambulanza quattro ruote motrici donata dal Centro Commerciale San Martino 2  è stato presentato anche il nuovo il drone. Esso affiancherà le squadre nella ricerca dispersi. Durante l’evento la sezione Cri di Arona ha anche presentato il progetto «Soccorso Bambino»: un percorso didattico che, dopo una sperimentazione di successo sul territorio aronese, diventa ora progetto nazionale della Croce rossa Italiana.

Arona apripista in Piemonte

I droni, piccolo velivoli radiocomandati che consentono riprese aeree e molto altro, da qualche tempo vengono utilizzati da alcune sezioni “pioniere” della Croce rossa italiana. Li si adopera per attività di ricerca e soccorso in caso di disastri e catastrofi. E la Cri di Arona in Piemonte farà proprio da apripista, essendo la prima sezione della regione, e una delle poche in Italia, a servirsi di questo tipo di tecnologia, come spiega il presidente Michele Giovannetti.

Il commento del sindaco

Così il sindaco Alberto Gusmeroli ha commentato l’evento: “Abbiamo inaugurato un progetto che ha unito quattro amministrazioni: Arona, Castelletto, Dormelletto e Meina e la nostra grandissima Croce Rossa di Arona. Un Drone per cercare persone scomparse, per seguire i grandi eventi del nostro territorio e monitorarli come l’Aronairshow e aumentare il livello di sicurezza. Un patrimonio quello dei volontari della CRI di Arona che è decisivo per salvare tante vite in migliaia di interventi l’anno. Abbiamo inaugurato, anche, una nuova autoambulanza donata dal Centro Commerciale San Martino 2 di Novara. Grazie Croce rossa di Arona e viva i volontari”.