Doping palestre sequestrate 700.000 pasticche. Operazione Igea contro la diffusione di dopanti camuffati da integratori.

Doping palestre operazione Igea della Guardia di Finanza

E’ una piaga che riguarda un po’ tutta l’Italia e anche il nostro territorio potrebbe aver consumato i prodotti distribuiti da alcuni “grossisti”. Nel mirino della Guardia di Finanza di Torino le compresse vendute come integratori alimentari ma in realtà con steroidi e altre porcherie.
Dopo un primo ingente sequestro le investigazioni, coordinate dalla Procura della Repubblica di Torino, si sono estese al padovano e alla provincia di Cuneo. In queste zone sono state perquisite le sedi di due società dedite al commercio di integratori.

L’esito dei nuovi controlli

Oltre 70.000 le compresse dopanti e 900 i chili di integratori sequestrati. Prodotti finiti nel circuito delle palestre e dei negozi sportivi.
Nel traffico sono coinvolti paesi emergenti di questo mercato illecito, quali la Romania, la Nuova Zelanda e la Polonia. Mentre si confermano Canada, Germania e Spagna quali paesi leader.
Infine i due imprenditori coinvolti sono stati denunciati, alle Procure della Repubblica competenti. L’ipotesi di reato è frode in commercio, ricettazione e commercio di sostanze dopanti. Ora rischiano, quindi, fino a 5 anni di carcere.

Leggi anche:  Inaugurazione Decathlon: ecco il VIDEO

Qui il video dell’operazione:
https://youtu.be/mSFkGlIRSNM