I volontari del rifugio Miletta di Agrate Conturbia in emergenza ricci: ecco il loro appello.

Emergenza ricci al rifugio, i volontari: 7mila euro per i ricci

“Da settembre 2017 abbiamo 46 ricci ospiti del Rifugio Miletta. A causa del caldo prolungato – spiegano i volontari che gestiscono la struttura – c’è stata una seconda cucciolata ad inizio autunno e la maggior parte dei ricci nati così tardi, non ha fatto in tempo ad acquisire un peso adeguato per andare in letargo e passare l’inverno in tranquillità. Inoltre abbiamo accolto, ci occupiamo e ci occuperemo anche dei ricci investiti e predati”.

I costi di mantenimento sono alti:

“Abbiamo fatto un po’ di conti – continuano i volontari – e mantenere tutti questi ricci per la nostra associazione è decisamente impegnativo, rischiamo di non farcela! Per questo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutte le persone sensibili che vogliano contribuire a dare a questi ricci un futuro libero nei boschi e nei prati in cui li rilasceremo in primavera”.

Il dettaglio dei costi:

“Ogni riccio mangia all’incirca 15 euro di crocchette al mese e 2 euro di altro cibo. Una decina di ricci circa sono feriti, il fondo delle loro gabbiette non può essere di paglia e quindi usiamo mezza  salvietta / traversina per i cani, che cambiamo una volta al giorno. Il costo di una salvietta è 0.34 euro, mezza salvietta 0.17 euro, per 10 gabbiette 1,70 euro, per 30 giorni 51 euro. Non è finita qui: i ricci più piccoli e conciati devono essere costantemente riscaldati e per farlo utilizziamo delle piastre elettriche che servirebbero per riscaldare i pulcini appena nati. Ogni piastra costa 49 euro e dobbiamo arrivare ad almeno 10 piastre, 490 euro. Il perido di permanenza dei 46 ricci è di circa 7 mesi, quindi abbiamo:

  • Cibo € 17 x 46 ricci x 7 mesi = € 5.474
  • Salviette € 51 x 7 mesi = € 357
  • Piastre riscaldanti = € 490
Leggi anche:  Bollette gonfiate, ricorso di Unione Difesa Consumatori

Le spese totali diventano 6.321 euro, suddividendole nuovamente per 46 ricci, otteniamo un impegno di 137.50 euro per riccio per tutto l’inverno, 20 euro per riccio al mese. Per i ricci arrivati feriti, abbiamo sostenuto anche il costo dei medicinali, le piastre riscaldanti consumano elettricità, quindi l’obiettivo totale che vorremmo raggiungere, ovvero la copertura economica completa del mantenimento dei ricci ospiti del rifugio Miletta per l’inverno 2017/2018 è di 7mila euro”.

Per aiutare i volontari del rifugio è possibile contattarli direttamente sul sito dove è stata pubblicata la petizione di raccolta fondi.