Furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale sono queste le accuse per due cittadini albanesi arrestati da Carabinieri e Polizia locale.

Furto aggravato i dettagli

Davvero positivo il bilancio di due operazioni di servizio che nelle ultime ore hanno visto protagonisti, nell’ambito delle rispettive competenze, i Carabinieri della Stazione e gli Agenti della Polizia Locale di Trecate.
Sono del 4 novembre le attività che hanno portato all’arresto di due cittadini albanesi (di 23 e 24 anni, entrambi domiciliati in Novara, disoccupati ed incensurati). Questi sono stati ritenuti responsabili di furto aggravato e di resistenza a pubblico ufficiale.

Le indagini

Le indagini sono scattate dopo l’intervento dei Carabinieri in un’abitazione in via Isonzo. Qui era stato perpetrato il furto di vari monili anche mediante l’utilizzo di un flessibile con il quale era stata aperta una cassaforte. In concomitanza sono scattati i rilievi scientifici e la ricerca degli autori del reato. Alle ricerche, che hanno interessato le vie limitrofe all’abitazione, ha preso parte anche la Polizia Municipale di Trecate. Gli agenti hanno quindi individuato i due soggetti i quali, alla loro vista, hanno tentato di darsi alla fuga. Una volta fermati i due hanno opposto resistenza venendo però bloccati e arrestati per furto aggravato in concorso.

Leggi anche:  Documenti falsificati lei si nascondeva nel novarese

Altri arresti

Sempre dalla collaborazione fra carabinieri e polizia locale è nato l’arresto di un altro cittadino albanese per la violazione della normativa sull’immigrazione. E’ stato così deferito lui assieme ad altri due individui che, controllati e perquisiti  sono stati trovati in possesso di diversi arnesi atti allo scasso.