Dopo l’Alzheimer cafè a Borgomanero nasce il progetto Laboratorio Alzheimer come naturale conseguenza.

A Borgomanero è partito il laboratorio Alzheimer

E’ finalizzato al mantenimento dello stimolo delle capacità cognitive residue nei malati di Alzheimer, ed è stato presentato dall’associazione Alzheimer onlus. Il gruppo in città aveva infatti già lanciato con successo l’Alzheimer cafè, nei locali della villa Marazza. Il progetto Laboratorio Alzheimer è infatti la naturale conseguenza di quell’esperienza. “Dal progetto Alzheimer Café – spiegano dal sodalizio – da cui sono emerse le necessità e i bisogni dei malati e dei loro famigliari caregivers. Gli obiettivi specifici del progetto sono: dare ai famigliari un supporto psicologico di gruppo in cui, accanto all’espressione delle difficoltà emotivo-relazionali legate alla cura, vengano fornite informazioni sugli aspetti clinici e psicosociali della demenza e, ove possibile, suggerite soluzioni pratiche per la gestione quotidiana del malato”.

Quando ci saranno gli incontri

“Gli incontri del “Laboratorio Alzheimer” – annunciano dal gruppo agognino – si terranno ogni primo giovedì del mese, a partire dal 1 marzo, dalle 15 alle 17, in collaborazione con la Casa di Riposo Opera Pia Curti, nei locali messi gentilmente a disposizione dal direttore Giovanni Tinivella e con l’ASL di Borgomanero reparto di Neurologia”. Per informazioni è possibile contattare il gruppo borgomanerese sul loro sito internet.