Latte pericoloso, è successo in Francia e non è ancora noto se i lotti siano stati esportati in Italia

Latte pericoloso: 20 bimbi contaminati

Le autorità sanitarie francesi hanno comunicato le procedure di ritiro e richiamo di lotti di latte artificiale per bambini. Il latte era commercializzato con tre diversi marchi. Tutto è partito dalla segnalazione di “contaminazione da salmonella di 20 bambini di età inferiore ai 6 mesi in 8 regioni diverse”. Contaminazione che non avrebbe messo in pericolo di vita i bambini colpiti. I funzionari della sanità chiedono quindi ai genitori francesi di non usare dodici lotti di latte artificiale venduti con il lattosio del latte Picot SL, 1 età 350g, latte Pepti Junior lattosio-1 età 460g e latte Milumel, Bio 1a età 900g, senza olio di palma. Un numero verde è stato messo a disposizione dei genitori per rispondere alle loro domande: 0800 120 120, aperto dalle 9 alle 20.

vitamina D

I lotti interessati

Le famiglie di 13 dei 20 bambini colpiti sono state inizialmente intervistate. Avevano tutte consumato latte artificiale relativo ai lotti di produzione tra la metà luglio e la fine di novembre appartenenti allo stesso sito di produzione del gruppo LNS (Lactalis). I 12 lotti interessati sono, a oggi i seguenti: Picot SL latte senza lattosio, 350g 1 Età: LOTTO: 17C0012344 – BBD 15/02/2019, LOTTO: 17C0012877 – BBD 2019/06/01. LOTTO: 17C0013216 – BBD 18/09/2019. LOTTO: 17C0013549 – BBD 29/09/2019. E ancora: Pepti Junior lattosio del latte, 1 460g Età: LOTTO: 17C0012512 – BBD 14/09/2018. LOTTO: 17C0012856 – BBD 2018/12/01. LOTTO: 17C0013179 – BBD 2019/01/02. Milumel latte, 900g organico prima età senza olio di palma: LOTTO 17C0012592 – termine minimo di conservazione: 2018/04/03. LOTTO 17C0012845 – termine minimo di conservazione: 22/05/2018. LOT 17C0012848 – termine minimo di conservazione: 26/08 / 2018. LOT 17C0012960 – termine minimo di conservazione: 2018/12/09. LOTTO 17C0013084 – termine minimo di conservazione: 13/10/2018.

Leggi anche:  Il cane scomparso Nadia avvistata ad Arona

E in Italia?

Gli effetti della contaminazione da Salmonella Agona si verificano entro tre giorni dal consumo e possono causare gastroenteriti con vomito, diarrea, a volte sanguinosa, e febbre in molti casi. La presenza di questi sintomi in un bambino dovrebbe quindi portare le famiglie a contattare un medico. Si tratta di un maxi richiamo alimentare, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. Il quale sottolinea che non è ancora noto se i lotti siano stati esportati nel resto d’Europa ed in Italia. Bisogna, quindi, prestare attenzione alle marche e ai lotti indicati dalla Direzione Generale del Ministero della Salute (DGS) francese. Specialmente per gli italiani che per svariate ragioni abbiano acquistato i lotti specifici di latte artificiale transalpino. E quindi seguire i consigli delle autorità sanitarie che ne hanno raccomandato di evitarne il consumo.