Maltrattamenti asilo: la questura ha diffuso il video delle tre maestre che per mesi hanno vessato i bambini di una scuola materna del vercellese.

Maltrattamenti asilo i dettagli

E’ cominciata la conferenza stampa della Polizia di Stato che ha indagato sui maltrattamenti ai bambini della scuola dell’Infanzia Korczak a Vercelli. Tutti gli episodi contestati sono stati ripresi da telecamere ad alta risoluzione.

DIFFUSO IL VIDEO DEI MALTRATTAMENTI CLICCA QUI

Intanto la Questura ha diramato un nuovo comunicato:

Nella mattina odierna, la Polizia di Stato di Vercelli ha portato a termine un’altra brillante operazione, eseguendo tre ordinanze applicative della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di tre maestre, di una Scuola per l’Infanzia di Vercelli, per il reato di maltrattamenti.
L’attività investigativa ha avuto inizio quindi nel mese di maggio. Si è presentata in Questura, a Vercelli, la madre di un bambino iscritto alla scuola, che, dopo averne parlato anche con alcuni conoscenti, decideva di denunciare alcuni episodi. Questi erano dai lei riscontrati direttamente, o a lei riferiti: i maltrattamenti erano infatti posti in essere da alcune maestre nei confronti di bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni.

Stante la singolarità della notizia, si riteneva opportuno in primis sentire la figlia maggiorenne della denunciante, che più volte si era recata a scuola per recuperare il fratellino. Questa aveva avuto modo di assistere ad alcuni “strani” episodi. Tuttavia le dichiarazioni acquisite facevano emergere un quadro indiziario “particolare”.

Leggi anche:  Asilo Vercelli ecco chi sono le maestre arrestate

Le telecamere

Sono state installate 11 telecamere in alta risoluzione capaci di catturare immagini e audio di tutte le aule didattiche, dei corridoi, della mensa e della palestra. Tutti i filmati, registrati dagli impianti tecnologici, sono stati visionati facendo emergere diversi casi degni di segnalazione all’Autorità Giudiziaria.
Nello specifico sono stati riscontrati 52 episodi: 20 di maggiore gravità, altri di rilievo minore.
Maltrattamenti fisici: sberle, tirate di orecchie, strattoni, spinte violente e trascinamenti per terra. Inoltre si sono registrati molti maltrattamenti psicologici, sicuramente più gravi. Le tre maestre avevano generato uno stato di terrore all’interno delle classi con urla terrificanti, punizioni spropositate ed umiliazioni di vario genere.

A supportare il quadro probatorio sono state ascoltate anche alcune maestre, genitori e figli che, nel frattempo, avevano lasciato l’istituto in questione.
Le tre maestre sono agli arresti domiciliari.