Meina lutto per l’ex sindaco che costruì il campo sportivo e fondò le Vedette.

Meina lutto per un personaggio riconosciuto e amato da tutti

E’ scomparso all’età di 75 anni l’ex primo cittadino di Meina Sergio Storelli. Il paese è in lutto per una perdita estremamente importante. Storelli aveva infatti amministrato Meina dal 1970 al 1980, rivestendo un ruolo importante nella storia del paese. Da tempo viveva in Messico, a Villhermosa, dove in virtù della sua grande esperienza come avvocato aveva iniziato a insegnare italiano, latino e diritto romano agli studenti di giurisprudenza dell’Università locale. “E’ nato a Milano nel 1943, in pieno tempo di guerra – ricorda un altro ex sindaco Maurizio Cotti Piccinelli – viveva in grandi difficoltà economiche e si spostò a Meina, trovando qui la sua nuova casa. Era uno studente straordinario, infatti si diplomò al liceo classico di Gallarate e si laureò in giurisprudenza”.

A lui si devono opere importanti nella storia meinese

Storelli ha ricoperto un incarico importantissimo in un periodo cruciale per la storia di Meina. A lui si devono molte delle opere realizzate in paese, tra le quali è sicuramente da citare il campo sportivo ancora esistente. Ma al di là della sua carriera amministrativa, Storelli era anche un grande amante dello sport. Scrisse infatti un libro sulla storia del ciclismo ai tempi di Coppi e Bartali. Inoltre a Meina fondò la squadra di calcio dilettantistico delle Vedette, che ancora oggi è attiva e divide le sue attività tra il calcio amatoriale e l’aiuto alle popolazioni più povere del Kenya.