Novaresi promossi a tavola con il 66% che dichiara di seguire un’alimentazione attenta. Peccato che poi difficilmente ci si alzi dal divano.

Novaresi promossi a tavola, ecco i dati

Il 66% dei novaresi dichiara di seguire un’alimentazione attenta alla propria salute, adottando comportamenti e accortezze per restare in forma e prevenire il più possibile l’insorgere di patologie.
Lo evidenzia l’ultima ricerca dell’Osservatorio di Reale Mutua sul welfare1.

La dieta

Due novaresi su tre, insomma, fanno della dieta una forma di prevenzione. E una fetta importante di questi non si limita al semplice buon senso, ma lo fa con scelte mirate e consapevoli, che diventano veri e propri “stili di vita”: ben il 45%, infatti, seleziona sempre con cura che cosa mettere in tavola, controllando ingredienti e apporto calorico sulle confezioni, e il 36% acquista in prevalenza prodotti integrali e biologici.

Ma, accanto a queste scelte più rigorose, come si comportano gli abitanti di Novara che fanno prevenzione a tavola? Il 79% mangia molta frutta e verdura e il 52% limita l’uso del sale. Un ulteriore 39% cerca di contenere il consumo di carne rossa e il 36% quello di alcol.

Leggi anche:  Novara: cartello shock annuncia bocconi avvelenati

L’attività fisica

L’attenzione e la cura poste in ambito alimentare non vengono invece impiegate nell’attività fisica. Qui le percentuali si ribaltano: solo il 34% dei novaresi dichiara di praticare attività fisica o sportiva regolarmente. Gli altri, a parte un 8% che si dice non interessato, sembrano avere buoni propositi, ma spesso manca loro il tempo per essere più costanti, invece di limitarsi a fare moto una volta ogni tanto (34%), o per iniziare del tutto a praticare (24%).