Ricordi di Donna a Oleggio. Anche quest’anno il Museo Civico vuole rendere omaggio alle donne in occasione della Giornata Internazionale della Donna, con una mostra.

Ricordi di Donna

Il percorso di visita vuole dare una visione dell’immagine e del ruolo della donna dalla fine del XVIII sec. agli anni ‘70 del XX sec., attraverso l’esposizione di Ricordi di Doona. In mostra abiti antichi, manufatti e attrezzi di lavoro donati da donne e conservati presso il Museo Civico di Oleggio.

 

Il Museo vuole porre all’attenzione del pubblico quanto le donne abbiano influito sul patrimonio storico artistico del Museo. La riflessione parte dalla figura di Rina Palestrini, maestra di Oleggio nella prima metà del Novecento e fondatrice del Museo; sua è infatti la prima donazione, un dipinto raffigurante la Costa dei Mazzeri. Nonostante il Museo Civico sia nato da un’idea di Enzio Julitta – a cui verrà poi dedicata la Biblioteca – fu la Palestrini a creare materialmente il Museo nella sua nuova forma. Prima donna a dare un grande contributo all’Ente culturale, ma affiancata da tante altre, come la signorina Perego, dipendente comunale che affiancò la figura di Julitta, oppure Paola Vandoni detta “Ginetta”, volontaria del Museo fin dai primissimi anni della sua fondazione.

Leggi anche:  Blitz Pedopornografia: nei guai un impiegato torinese

Gli oggetti in mostra

Tanti oggetti di vario genere – dal metro da stoffa di fine ‘700 all’abito degli anni ’60 del Novecento – esposti per mostrare come le donne abbiano costituito un ente culturale della comunità cosi importante come il Museo. Ma anche per mostrare l’immagine e la memoria della donna che il Museo conserva, nella speranza di spingere a una riflessione sulla condizione femminile odierna.

Inaugurazione sabato 24 febbraio ore 17.00.

Palazzo Bellini di Oleggio (NO), Piazza Martiri.

Dal 24 febbraio al 12 marzo 2018.

Sabato dalle ore 15.30 alle ore 18.30

Domenica 9.30-12.30 e 15.30-18.30

Lunedì 9.30-12.30.

Ingresso gratuito