Dopo l’incontro del 16 ottobre in prefettura si attende di conoscere le sorti del Risparmione.

Dopo le verifiche dei vigili del fuoco il centro commerciale era stato chiuso.

Le sorti del centro commerciale di Suno “Risparmione” sono ancora oscure. La struttura era stata chiusa con un’ordinanza del sindaco sunese, Riccardo Giuliani. Il provvedimento arrivò in seguito alle verifiche di sicurezza dei vigili del fuoco, che avevano evidenziato alcune situazioni di pericolo. La notizia arrivò sul territorio come un fulmine a ciel sereno.

L’incontro in prefettura e l’interessamento delle istituzioni.

Subito venne convocato un incontro in prefettura, cui parteciparono, oltre al prefetto Francesco Paolo Castaldo e al sindaco di Suno, anche il sottosegretario del ministero del Lavoro Franca Biondelli e una rappresentanza dei 70 lavoratori.  All’incontro parteciparono anche i proprietari del centro commerciale, che subito iniziarono i lavori di ripristino e messa in sicurezza dei locali della struttura.

La riapertura si attende quindi a giorni.

Dopo il confronto nell’ufficio del prefetto i segnali che sono arrivati sono stati positivi: si è parlato della possibilità di riaprire a giorni il centro. L’emergenza pare dunque rientrata, i 70 lavoratori che sono impiegati nel centro commerciale, stando alle informazioni circolate, non perderanno il posto di lavoro. Occhi puntati sul centro commerciale sunese dunque, in attesa della riapertura dei battenti.