Protesta di diversi settori del pubblico impiego nelle giornate del 22 e 23 febbraio per il rinnovo dei contratti e non solo.

La protesta

Ad aderire per prima alla protesta di Usb sarà la Ricerca, il 22 febbraio, con un presidio al Ministero della Funzione Pubblica. Lo scopo è rilanciare la specificità del settore e difendere le stabilizzazioni dei precari. Il giorno dopo, il 23 febbraio, sarà la giornata degli scioperi di Scuola, Sanità e Vigili del Fuoco.

Il presidio che si svolgerà al MIUR vedrà partecipare anche le educatrici dei nidi e delle scuole d’infanzia, anche loro in sciopero contro la mancata stabilizzazione del personale precario e l’introduzione di nuove normative.  Anche la Sanità rivendica la propria funzione scioperando, oltre che per aumenti contrattuali, contro le croniche carenze di personale. Infine i vigili del fuoco scendono in piazza e protestano per un rinnovo contrattuale che non prevede aumenti adeguati e neanche il riconoscimento della specificità di lavoro usurante.