Sciopero nazionale ospedali il prossimo 23 febbraio: medici e infermieri incroceranno quindi le braccia. Garantite solo le prestazioni d’urgenza.

Sciopero nazionale

Medici e comparto sanitario (infermieri, operatori e tecnici) incroceranno le braccia per denunciare le pesanti condizioni di lavoro a meno che non si apra il tavolo negoziale. Saranno quindi come sempre garantite tutte le prestazioni d’urgenza e non differibili.

L’astensione, inizialmente programmata per i giorni 8 e 9 febbraio, è stata infine posticipata al 23 febbraio.