Stazione Lesa: la Caritas utilizzerà i locali abbandonati per progetti di assistenza alle fasce più deboli.

Stazione Lesa: grazie a un accordo con il Comune la struttura sarà utilizzata

La stazione ferroviaria di Lesa è ormai priva da anni della biglietteria e del magazzino per il deposito bagagli. E’ per questo motivo che il Comune ha predisposto un bando per l’assegnazione della struttura in comodato d’uso. E ad aggiudicarsi il diritto di sfruttare quei locali è stata la Caritas locale. Nella struttura saranno ospitati i progetti di sostegno alle fasce più deboli della popolazione e anche un centro di ascolto.

Un impegno per il sociale che dura ormai da anni

La Caritas è impegnata nel sociale ormai da moltissimo tempo. “Abbiamo avviato da quattro anni un progetto – dice la volontaria Clementina Tollari – che si occupa della dispersione scolastica, pagando il trasporto scolastico a sette ragazzi delle superiori. Inoltre forniamo dei buoni mensa a due famiglie bisognose. In totale seguiamo 60 famiglie, tra le quali ce ne sono 50 maggiormente a rischio. Il bacino d’utenza è per lo più composto da persone extracomunitarie, a cui negli ultimi tempi si sono aggiunti single e famiglie italiane”.