Che cos’è l’home staging? Nuove tendenze di mercato per vendere in tempi ridotti la casa che si propone all’acquirente. Come? Basta mettere in pratica questa nuova (semplice) disciplina. Si tratta di una tecnica di marketing che consiste nella valorizzazione degli spazi delle proprietà immobiliari, migliorandone l’immagine in modo da favorirne la vendita o l’affitto nel tempo più breve e al miglior prezzo. Infatti recenti studi hanno dimostrato che un acquirente decide se acquisterà o meno la casa nei primi 90 secondi della sua prima visita.

Compro ciò che vedo

Poi si sa bene che un qualsiasi acquirente compra solo ciò che vede e non ciò che immagina. Quindi la prima impressione che la vista dell’immobile suscita è fondamentale! Altro aspetto critico nella vendita di una casa, un appartamento o una villa è il dover indurre, già alla prima visita, nell’immaginazione di chi acquista l’idea di «casa», ossia di come potrebbe arredare o come potrebbe sfruttare al meglio gli spazi a disposizione.

Che cos’è l’home staging?

Molte volte la collocazione di un armadio piuttosto di una poltrona o di un divano o l’uso sapiente dei tessuti d’arredo possono veramente fare la differenza. E non tutti dispongono di un mente creativa capace di vedere al di là dello stato reale e attuale dei vani. A tal proposito arriva in aiuto appunto l’«Home staging». Fonde in un’abile mix vincente il marketing immobiliare, l’interior design, la conoscenza dei tessuti d’arredo, la potenza dei colori e la fotografia professionale con lo scopo di trasformare e valorizzare al meglio appartamenti, villette, palazzi storici, ma anche camere d’albergo o qualsiasi altro ambiente. Si mettono in luce tutte le potenzialità nascoste, facendo così subito «vedere» alla mente ciò che non è in grado di immaginare da sola.

Leggi anche:  Mini lavatrice, come scegliere l’elettrodomestico giusto

Investire per vendere

Questa trasformazione rende decisamente molto più agevole la vendita o l’affitto dell’immobile, come lo dimostrano i dati statistici. E si sa che i numeri non mentono mai. Sono 282 i giorni medi di permanenza di un immobile sul mercato (Fonte Banca d’Italia). Ebbene dopo un intervento di «Home staging» l’immobile rimane invenduto nel mercato al massimo per 60 giorni e la percentuale di sconto sul prezzo di vendita diminuisce molto (dal 20% al 7%). Inoltre, mediamente il 92% degli immobili «rivisitati» con questa tecnica vengono venduti.

Dati confortanti

Questi dati sono decisamente confortanti per un mercato, come quello immobiliare, che sta cominciando a riprender vita. Inoltre accanto alla valorizzazione e alla definizione degli spazi per creare un’atmosfera emozionale ed evocativa del calore della casa, l’«Home staging» consente di investire per non… svendere. Infatti la somma investita per l’attività di «Home staging» è decisamente inferiore rispetto ai costi notevoli di un immobile che rimane invenduto molti mesi.

Tecnica di marketing

Inoltre vista la peculiarità di saper evocare nella mente l’idea di casa accogliente e confortevole, questa tecnica risulta essere anche un marketing immobiliare vincente, proficua anche per chi acquista, che sa già come potrebbe arredare i suoi nuovi locali. La professione dell’home-stager sta pertanto diventando una tra le figure professionali maggiormente richieste nel nuovo mercato immobiliare. Ora avete capito che cos’è l’home staging?