La temperatura in casa di benessere durante il periodo estivo, si aggira attorno ai 25°C mentre l’umidità ottimale è del 50%. E’ stata calcolata anche la velocità dell’aria perché tutto sia perfetto. Non deve superare i 0,2 metri al secondo e quindi dovrebbe essere equiparabile a un leggero soffio. In tali condizioni si risente meno dello sbalzo di temperatura tra l’esterno e l’interno e il corpo viene salvaguardato da eventuali scompensi derivanti da forti reazioni repentine e localizzate, causate da correnti d’aria fredde o, comunque, da permanenza in ambienti troppo freddi.

Capitolo inverno, quale temperatura in casa?

In inverno, invece, la temperatura di benessere, in ambiente domestico, è attorno ai 21 gradi, mentre l’umidità ottimale si deve attestare sul 55%. Ciò perché nei mesi freddi si è più vestiti e lo sbalzo termico esterno/interno è più marcato. Quando la temperatura è superiore e l’umidità relativa inferiore al 20/30%, chi si trova nel locale ha problemi di gola secca e prova un forte disagio quando si sposta all’esterno. Per concludere segnaliamo una notizia interessante: che il fattore di protezione di un vestito invernale è triplo di quello di un vestito estivo.