All’esame teorico di guida si sono presentati muniti di strumentazione tecnologica idonea a ricevere le risposte corrette da remoto.

All’esame teorico di guida speravano di farsi suggerire risposte

La Polizia di Stato di Novara ha bloccato quattro candidati, muniti di strumentazione tecnologica idonea a ricevere le risposte corrette da remoto, durante l’esame teorico per il conseguimento della patente di guida di cat. B.
Ad effettuare l’operazione è stata la Polizia Stradale di Novara.

Sono stati denunciati 4 cittadini extracomunitari. O.K. di anni 44, F.S. di anni 41, A.A. di anni 31 e M.M. di anni 23, poiché trovati in possesso di strumentazione tecnica (microcamere e microauricolari) finalizzata ad ottenere fraudolentemente le risposte esatte ai quiz dell’esame.

In particolare, hanno attirato l’attenzione degli operatori due di essi. Il primo, che superava brillantemente
l’esame con un solo errore. Nonostante avesse manifestato in precedenza notevoli difficoltà anche ad
inserire il proprio codice fiscale. Ed un secondo, che terminava la prova con esito positivo in metà del tempo concesso agli altri candidati, senza commettere neppure un errore.