Un uomo si è presentato armato a casa della sua ex compagna

Ieri sera, giovedì 17 agosto, un uomo residente in Lomellina si è presentato armato a casa della sua ex compagna, a Borgolavezzaro, in zona cascina Dionigi. L’uomo era armato, e ha esploso alcuni colpi di pistola all’esterno dell’abitazione dove vive la donna assieme al figlio 13enne dei due, che si sono nascosti in casa e hanno chiamato i soccorsi. Soccorsi che, assieme ai carabinieri, sono stati allertati anche da numerosi residenti della via, allarmati dai colpi e dal baccano che l’uomo stava facendo, e sono giunti immediatamente sul posto. Intanto l’uomo, che si è rivelato essere poi un pregiudicato, è riuscito a entrare nella casa dell’ex compagna, dopo aver sparato anche all’auto di lei, non trovando però nessuno. La donna e il ragazzino sono stati messi in salvo dai carabinieri, che hanno anche intimato all’uomo, che nel frattempo si era barricato in casa, di uscire con le mani alzate.

Leggi anche:  Ragazza precipitata dal balcone ad Arona: ecco come sta

Il soggetto ha risposto ai carabinieri uscendo in strada, dove ha però continuato a opporre resistenza ai militari. Prima di uscire si era già liberato dell’arma, che ancora non è stata ritrovata, nonostante le ricerche ancora in corso con l’ausilio dei vigili del fuoco.

Le accuse che pendono sul capo dell’uomo, che ora si trova nel carcere di via Sforzesca, sono maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale, porto illegale di arma comune da sparo e violazione di domicilio aggravata.