Cadavere putrefatto: il giallo si infittisce e l’altra sera ne ha parlato anche la trasmissione televisiva Chi l’ha visto.

La morte risale a 6 mesi fa

Il corpo ritrovato nella campagne tra Alice Castello e Borgo d’Ale da un gruppo di cacciatori lombardi sabato 4 novembre sarebbe stato rinchiuso in quella valigia almeno sei mesi fa. E’ questa una delle poche notizie ufficiose che arrivano dall’ambiente investigativo che sta cercando di fare luce sulla drammatica vicenda.

Il famoso medico legale

I resti sono stati trasferiti a Milano e saranno esaminati da Cristina Cattaneo, uno dei medici legali più conosciuti in Italia. La Cattaneo si è occupata, tra gli altri, di alcuni dei casi di cronaca “famosi”: da Jara Gambirasio alle Bestie di Satana fino a Elisa Claps. Lavora per l’Università di Milano, alla sezione di Medicina Legale del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute. La procura della Repubblica di Vercelli ora attende, come primo passo, di sapere se i resti del corpo sono di una donna o di un uomo e soprattutto se si tratta di una morte violenta.

Leggi anche:  Sequestrati giocattoli Lego made in Cina

Il caso finisce su Rai Tre

Molte le ipotesi al vaglio degli investigatori. Da un omicidio per futili motivi alla pista mafiosa, senza sottovalutare il fatto che si possa trattare di una persona che magari ha cercato di attraversare, clandestinamente, il territorio, visto che la bretella autostradale accanto alla quale è stato ritrovato il corpo collega la Francia all’Italia. Un fatto appare certo: nessuna denuncia di scomparsa è stata fatta negli ultimi sei mesi nella zona interessata. Ieri sera la vicenda è stata trattata anche dalla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto”.