Chiede 800 euro per restituire una bici rubata e si accorda per lo scambio di denaro. all’incontro però trova i carabinieri.

Chiede 800 euro per restituire la bici rubata

I carabinieri della stazione di Lesa hanno arrestato a Invorio, lunedì 21 maggio un ragazzo molto giovane, classe 1998, con l’accusa di estorsione. Pare infatti che il giovane fosse entrato in possesso di una bicicletta rubata a Colazza qualche giorno prima. Il ragazzo avrebbe preso subito contatti con la legittima proprietaria, chiedendole 800 euro per la restituzione del mezzo.

I carabinieri lo colgono in flagrante e lo arrestano

Il giovane, S. M. le sue iniziali, sarebbe quindi riuscito a organizzare l’incontro con la sua vittima. Si sarebbe accordato con lei per incontrarsi in un supermercato di Invorio. Era proprio nel parcheggio del centro commerciale che avrebbe dovuto avvenire lo scambio di denaro, ovviamente in contanti. I carabinieri però si erano già appostati nel luogo di scambio, pronti a intervenire. E dopo aver osservato il momento del passaggio di contante hanno tratto in arresto il ragazzo. Con l’accusa di estorsione il giovane è stato arrestato e sottoposto all’obbligo di firma.