Droga e doping: indagate 50 persone per vendita di sostanze dopanti e stupefacenti all’interno di palestre anche del novarese.

Droga e doping i dettagli

I Carabinieri del NAS di Torino hanno individuato 50 persone, ora indagate, ritenute responsabili dei reati di furto, ricettazione. E ancora commercio illecito di sostanze anabolizzanti e in parte stupefacenti e farmaci pericolosi per la salute pubblica.

Le perquisizioni

Sono state eseguite perquisizioni locali e domiciliari nei confronti dei medesimi indagati. Le indagini hanno consentito di individuare una rete di approvvigionamento e distribuzione al dettaglio di sostanze anabolizzanti e dopanti vietate. Queste erano destinate quindi a frequentatori di palestre e addetti alla sicurezza.

Le odierne perquisizioni hanno consentito di eseguire il sequestro di oltre 500 tra fiale e confezioni di medicinali anabolizzanti, 200 confezioni vuote e siringhe.

Acquisti su internet

Le sostanze e farmaci di produzione estera venivano acquistate soprattutto in internet. Raggiungevano i destinatari nascoste all’interno di spedizioni postali e di plichi veicolati da corrieri ufficiali. Inoltre tali farmaci dopanti e similari erano di provenienza sconosciuta e senza garanzie sul reale contenuto. Costituivano quindi grave pericolo per la salute degli assuntori.

Leggi anche:  Hashish in auto arrestati due 19enni

In tale contesto operativo, coordinato dalla Procura della Repubblica di Novara, sono state eseguite 50 perquisizioni locali e domiciliari. Queste sono avvenute nelle province di Novara, Alessandria, Milano, Monza Brianza, Piacenza. E ancora Varese, Pavia, Lodi, Napoli e infine Salerno. Gli indagati sono di nazionalità italiana e anche est europea.