A Novara

Era diventata il punto di riferimento di molti giovani per lo spaccio di sostanze stupefacenti: negli ultimi mesi, l’area di via San Bernardino da Siena di Novara era monitorata dai militari del Nucleo investigativo dei Carabinieri perché era stato ripetutamente segnalato un sospetto “via vai” di giovani in varie ore della giornata. Le indagini, durate alcune settimane, hanno confermato che i sospetti erano fondati e che il traffico di droga era gestito da una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, Ruggero Ettolli, 44enne, arrestato in flagranza di reato la settimana scorsa unitamente alla convivente A.C, 39enne, di nazionalità italiana, residente a Novara, ed a E.D., 20enne, cittadino albanese residente a Trecate. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati complessivamente oltre tre chilogrammi di hashish e due chilogrammi di marijuana, unitamente al consueto “kit da spacciatore” comprensivo di bilancino elettronico di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi di droga. Gli arresti sono già stati tutti convalidati dalla competente autorità giudiziaria che ha disposto la custodia cautelare in carcere per l’Ettolli Ruggero che ha al suo attivo numerosi precedenti specifici inmateria di stupefacenti.