Femminicidio Sozzago no traumi riconducibili a morte violenta.

Femminicidio Sozzago esito

Non ci sono traumi che possano essere ricondotti a morte violenta. Questo l’esito dell’autopsia sul corpo di Sara Pasqual, la 45enne trovata senza vita nella sua abitazione mercoledì 10 gennaio. Ora l’attesa è per gli esami tossicologici per capire se la donna fosse sotto l’effetto di alcol o stupefacenti responsabili della morte stessa.

Autopsia

L’autopsia, durata circa tre ore, ha confermato ecchimosi su braccia e gambe, ma nessun elemento riconducibile alla morte. Tra gli indagati presenti nel registro il compagno Gabriele Lucherini.

Indagini

Tante le domande che sono state sottoposte a vicini e parenti per raccogliere più elementi possibile. Tutti hanno confermato le liti fra i due, pare anche la Pasqual più volte avesse lamentato episodi di violenza.