Matrimoni finti per il permesso di soggiorno: 40 denunce.

Matrimoni finti: operazione “Stranamore”

I Carabinieri della Stazione di Vercelli, a conclusione di una prolungata e articolata attività d’indagine, convenzionalmente denominata “Stranamore”, hanno deferito in stato di libertà 41 persone, 20 delle quali di nazionalità straniera. Queste sono ritenute responsabili, a vario titolo ed in concorso tra loro, di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, falsità materiale commessa dal privato in atto pubblico finalizzata all’emissione di documenti validi alla permanenza sul territorio dello Stato.

Quattromila euro per un sì

Nel dettaglio, i protagonisti dell’inchiesta si facevano pagare una somma di denaro, mai inferiore ai 4.000 euro, pretesa dallo straniero irregolare, per organizzare matrimoni fittizi con un cittadino italiano compiacente.

Nella giornata di ieri sono state effettuate perquisizioni presso le abitazioni degli indagati, a vario titolo residenti in Piemonte e Lombardia, segnatamente nelle province di Milano, Torino, Vercelli, Novara e Biella.