I carabinieri hanno risolto il caso del cadavere trovato a Pombia

E’ stata comunicata ufficialmente dai carabinieri del comando di Novara, che hanno condotto le indagini in questi giorni, la notizia della soluzione del caso dell’omicidio di Matteo Mendola, il 32enne residente a Busto Arsizio trovato senza vita nella zona di San Giorgio a Pombia mercoledì 5 aprile. A quanto risulta il suo assassino è Antonio Lembo, residente a Busto Arsizio, classe 1988. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i due erano partiti da Busto Arsizio con l’automobile di Lembo per compiere alcuni furti. Arrivati nella zona della Baraggia a Pombia, tra i due è scoppiato un violento litigio, culminato con l’aggressione di Lembo ai danni di Mendola. Il 32enne ha avuto la peggio: è stato prima colpito più volte alla testa con il calcio della pistola, per poi essere finito con due colpi di pistola. Il responsabile dell’omicidio è stato catturato dai carabinieri lunedì 10 aprile in centro Italia e ha confessato martedì 11.

Tutti i dettagli sul numero del Giornale di Arona e Novaraoggi in edicola venerdì 14.