Muore cinquantenne a Oleggio Castello, lutto in tutto il circondario per un uomo benvoluto da tutti.

Muore cinquantenne a Oleggio Castello

E’ stato un malore a causare la morte, a soli 50 anni, dell’oleggese Fabio Gentina. Una persona semplice, dipendente del mollificio Valli, giocava con i colleghi a calcetto il lunedì sera ormai da tanti anni ed era volontario della Croce rossa. Gentina è scomparso a pochi giorni dal suo 51esimo compleanno. Una morte che ha lasciato sgomento il paese e anche tutto il circondario.

Il ricordo di un’intera comunità

Il fratello Federico ha la voce rotta dalla commozione mentre parla ed è difficile poter trovare le parole giuste per ricordare l’uomo e il dolore. Lascia la figlia Alessia e i nipoti Giacomo e Gaia. Conosciuto da tanti, amico di tanti. E tutti lo hanno voluto salutare per l’ultima volta giovedì 31 maggio al funerale. In tanti hanno anche voluto scrivere un pensiero affettuoso, un saluto, sulla pagina social, per sottolineare come Fabio non possa essere dimenticato da chi lo frequentava.

Una scomparsa che fa riflettere

“”Questa notte – si legge in uno dei post – non è una notte come tutte le altre, solo ora comincio a realizzare e a rendermi conto per davvero di quello che è successo. Dopo 6-7 ore da quando lo sono venuto a sapere. Questa notte mentre sta iniziando a piovere, solo ora forse comincio a capire quanto sarà davvero difficile accettare di avere perso così presto un collega, un amico. Un compagno di lavoro, un compagno di calcetto, di battute e di risate. Una persona genuina, stimata e rispettata da tutti. Sempre con la battuta pronta, divertente, ironico, hai lasciato il segno, hai lasciato qualcosa di positivo in tutti noi, noi colleghi e amici che non avremmo mai voluto perderti così. Scoprire da un momento all’altro che tu, improvvisamente, ora faccia parte del passato, a pochi giorni da quello che sarebbe stato il tuo 51º compleanno, è una cosa troppo difficile da comprendere, da accettare”.