Non solo l’officina non aveva i permessi, ma smaltiva anche l’olio esausto sversandolo in un tombino.

Il caso

La forestale ha scoperto che alla periferia di Novara si svolgevano attività illecite in quello che sarebbe dovuto essere solo un gommista. L’officina infatti si occupava anche di interventi sulle auto, ma non rispettava le normative per quanto riguarda la gestione degli oli esausti. Dai controlli degli uomini della forestale è infatti risultato che non solo gli oli, circa 1500 litri, erano stoccati in maniera non corretta, ma anche che per lo smaltimento veniva usato un comune tombino, che faceva finire i liquidi inquinanti direttamente nella fognatura. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici di Arpa. Sembra comunque che non ci siano pericoli per la salute pubblica. Il titolare dell’officina, un cittadino pakistano residente a Novara, è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti pericolosi. Per l’esercizio abusivo dell’autofficina è stato inoltre multato di ulteriori 2.500 euro.