Padre orco violentava le figlie,  condannato a 12 anni e 6 mesi.

Padre orco

Il padre orco è un 54enne di nazionalità marocchina. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna a 12 anni; i giudici del tribunale di Novara gli hanno inflitto 12 anni e sei mesi di reclusione. Era accusato di violenza sessuale e atti sessuali su minore e maltrattamenti in famiglia. A denunciarlo dopo anni e anni di abusi era stata la figlia più piccola che era diventata oggetto delle sue attenzioni fin da quando aveva appena 9 anni.

La vicenda

Per cinque anni la ragazzina ha subito in silenzio per paura delle ritorsioni minacciate dal padre, poi, a 14 anni aveva iniziato a ribellarsi e lui aveva rivolto le sue attenzioni «particolari» alla figlia più grande che, ascoltata dai giudici nel corso del dibattimento, aveva confermato vari episodi di palpeggiamenti e toccamenti iniziati ancor prima che tutta la famiglia si trasferisse dalla loro terra d’origine; proseguiti poi quando si erano trasferiti ad abitare in Italia, prima in vari paesi del novarese per approdare infine a Borgomanero; ma delle violenze che era costretta a subire la sorella più piccola non sapeva nulla.

Leggi anche:  Bimbo morto al Manzoni, disposta l’autopsia

Vita di violenze

Una famiglia «allargata» la loro: in casa, per un certo periodo, avevano abitato anche il fratello di lui e, dopo il matrimonio della figlia più grande, anche il marito di quest’ultima che, ascoltati dai giudici, hanno riferito di litigi in casa per questioni di soldi, ma di non essersi mai accorti di violenze. Ma oltre alle violenze in quella casa anche maltrattamenti, pugni e schiaffi alle figlie e alla moglie. Approfondimenti sull’edicione di Borgomanero week in edicola.