Scova online l’uomo che aveva tentato di rapinarla e grazie a un riconoscimento su Facebook lo porta in tribunale.

Scova online la faccia del suo aggressore

E’ iniziato da poco il processo che vede alla sbarra per tentata rapina un giovane di origine marocchina. A denunciarlo è stata una donna aronese che ha raccontato alle forze dell’ordine del presunto tentativo di rapina subito nel 2015 in via Turati, ad Arona. Per identificare il presunto colpevole è stata preziosa la collaborazione della stessa vittima del reato. Con l’aiuto dei famigliari infatti,è riuscita a trovare su Facebook il volto del suo aggressore. Grazie a questo riconoscimento l’uomo è stato denunciato ai carabinieri e citato in tribunale.

Un’aggressione in centro ad Arona

Il caso risale all’ottobre del 2015. L’aronese sulla cinquantina avrebbe subito un’aggressione in via Filippo Turati, a due passi dal centro cittadino di Arona. Attorno alle 19, sempre stando alla ricostruzione dell’episodio, il magrebino l’avrebbe infatti avvicinata intimandole di consegnarli gli oggetti di valore che aveva con sé. Il tutto mentre avrebbe impugnato un taglierino. La malcapitata avrebbe però reagito e, soprattutto, chiesto aiuto alle automobili che stavano transitando in quel momento. Una di queste, con a bordo tre persone, si sarebbe fermata e avrebbe messo in fuga il giovane. Dopo lo spavento, la denuncia ai carabinieri di Arona.