Shock madre e figlia trovate morte in casa. Vivevano con il fratello della donna che ora è piantonato in ospedale. Non sono morte per cause naturali.

Shock madre e figlia uccise

Sono Amalia Villa di anni 84 e Marinella Ronco di anni 52 le due donne, madre e figlia, trovate morte ieri pomeriggio in casa a Ornago. Il fratello di Amalia, Paolino Villa, che viveva con le due donne, si sarebbe sentito male questa mattina al bar di fronte all’abitazione e sarebbe stato trasportato in ospedale.

Quando è stato il momento di avvisare le due donne del malore dell’uomo sarebbe stata fatta la macabra scoperta nell’abitazione. Il fratello e zio di Amalia e Marinella è un ex operaio dell’Alcam di Ornago, molto conosciuto in paese e con un passato nel volontariato. L’uomo è piantonato in ospedale a Vimercate.

Non si tratta di morte naturale

Dai primi accertamenti dei Carabinieri non si tratterebbe di morte naturale e il decesso sarebbe avvenuto da diversi giorni. Nell’abitazione, in ordine, sono state trovate diverse tracce ematiche e i corpi sono stati trovati ai bordi del letto, in camera.

Leggi anche:  Incredibile intero paese assicurato contro furti scippi rapine

Paolino Villa piantonato

Il fratello e zio delle due vittime è piantonato in ospedale a Vimercate. Negli ultimi giorni pare che fosse strano e trasandato: l’ipotesi è che abbia vissuto in uno stato semi-confusionale dopo l’uccisione delle parenti.

Tutti gli aggiornamenti su www.giornaledimonza.it