La donna è colpevole di diversi furti sul lungolago, compiuti da luglio a settembre

Una ragazza rom di 24 anni, di origine tedesca e senza fissa dimora è stata fremata alla stazione di Stresa, lungo corso Italia, da una pattuglia dei carabinieri dopo esssere stata riconosciuta come responsabile di parecchi furti compiuti da luglio a dicembre. Mentre passeggiavano sul lungo lago di Baveno e Stresa, le vittime dei furti venivano ingannate dalla ragazza, che con la scusa di chiedere informzioni, rubava loro orologi e gioelli di valore. Sucessivamente la donna è stata trasferita alla Casa Circondariale di Vercelli dove risiede sotto la tutela delle autorità giudiziarie, ma sono in corso ulteriori accertamenti per individuare eventuali complici, che possano aver agito anche a livello nazionale.