Centralini delle forze dell’ordine incandescenti anche per alberi caduti

Centralini delle forze dell’ordine incandescenti per le richieste di intervento legate al forte vento. A Novara viale Volta è chiuso al traffico per il distacco di un tetto di un’abitazione (nella foto). Sul posto la polizia. Danni, in tal senso, vengono segnalati anche sull’edificio che ospita la sede Inps di Novara, in corso della Vittoria e dal palazzo dell’Università di via Perrone. I vigili del fuoco stanno intervenendo in diverse zone per il crollo di alcuni rami sulla sede stradale. A San Pietro Mosezzo un pino caduto sta provocando il blocco di una strada, per fortuna secondaria. Il sindaco Tommaso Difonzo segnala anche il distacco di alcune tegole dal municipio. La situazione è in fase di monitoraggio da parte delle forze dell’ordine e delle istituzioni competenti. Al momento non si segnalano feriti o situazioni di particolare gravità. Il Settore della Protezione civile e Sistema antincendi boschivi del Piemonte ha disposto lo stato di massima pericolosità su tutto il territorio regionale: “Si ricorda che sono vietate le azioni che possono determinare anche solo potenzialmente l’innesco di incendio, è vietato in particolare accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, utilizzare motori, fornelli o inceneritori che producono faville o brace, accendere fuochi d’artificio, fumare, disperdere mozziconi o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale e combustibile o compiere ogni altra azione operazione che possa creare comunque pericolo di incendio. Si ricorda che le violazioni di legge sono punite anche penalmente”.