L’uomo, un 27enne di origini ucraine, sarà anche espulso dal Paese

Era in evidente stato di ubriachezza e con sé portava oggetti atti a offendere, il 27enne di origini ucraine e senza fissa dimora che nella notte del 10 agosto è stato denunciato dai carabinieri della locale stazione. Le forze dell’ordine sono state chiamate perché il giovane uomo, che si è scoperto poi essere entrato in Italia clandestinamente, stava importunando i clienti di un bar di Stresa. Ai controlli dei militari il 27enne ha rifiutato di fornire le proprie generalità, commettendo reato di rifiuto di indicazione sull’identità, ed è stato trovato ingiustificatamente in possesso di un taglierino con una lama lunga 8 centimetri. I carabinieri hanno così provvveduto a denunciarlo all’autorità competente, oltre che ad avviare le procedure per l’espulsione dalla Nazione, con invito ad abbandonare l’Italia entro sette giorni.