Video pedopornografico mandato per errore da un padre a decine di conoscenti. Lo ha inviato al gruppo dell’associazione di cui fa parte.

Video pedopornografico: nei guai un 40enne

Marito e padre irreprensibile, impegnato nel volontariato e nella Protezione civile. Ma forse con un lato oscuro e imbarazzante: pedopornografia. Il caso è emerso nei giorni scorsi nella zona di Chivasso, e riguarda un 40enne conosciuto da tutti in paese. I guai per l’uomo sono iniziati durante le festività natalizie, quando avrebbe involontariamente inoltrato un video pedopornografico direttamente al gruppo dell’associazione di cui fa parte, una chat con decine di persone in cui tutti si stavano scambiando gli auguri di Natale.

Ritrae una bambina in atti sessuali

Chi ha visto quel video parla di contenuto inequivocabile per l’età della bambina filmata in atti sessuali. Insomma, non la pornografia che si può trovare sul web, ma un qualcosa per cui si deve scavare nei meandri più profondi della rete. Tra chi ha ricevuto il messaggio, qualcuno ha avvertito i carabinieri. Adesso l’uomo dovrà chiarire la sua posizione, da dove arriva il video e a chi pensava di inviarlo, sbagliando chat.