Porte aperte il prossimo 27 maggio in due luoghi iconici della realtà novarese come Villa Motta a Orta e il podere ai Valloni a Boca.

Porte aperte in due luoghi magici

Ci sono anche due dimore storiche della provincia di Novara tra i luoghi visitabili il prossimo 27 maggio in occasione dell’ottava edizione della giornata nazionale Adsi. L’associazione Dimore storiche italiane infatti, renderà visitabili il Podere ai Valloni a Boca e Villa Motta a Orta San Giulio. Nel corso della giornata sarà possibile accedere alle dimore in due fasce orarie. Al mattino dalle 10 alle 13 e al pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30. Per conoscere nel dettaglio le attività organizzate nelle singole dimore (eventi, degustazioni enogastronomiche, concerti, mostre ecc.) gli orari e i contatti per le prenotazioni, è possibile consultare questo link.

Ecco che cosa si potrà vedere

Al Podere ai Valloni, in via Traversagna, 1 a Boca saranno visitabili gratuitamente il vigneto, la cantina di vinificazione, la sala degustazioni e gli spazi esterni. La prenotazione non sarà necessaria. Le visite guidate alla cantina e al vigneto si svolgeranno dalle 11 alle 15. sarà inoltre possibile effettuare degustazioni di vini gratuite e acquistare in loco bottiglie a prezzo di cantina. Per le prenotazioni per il pranzo sarà possibile contattare entro il 23 maggio il numero 0322.87332 o scrivere alla mail zellioli@podereaivalloni.it. Per quanto riguarda Villa Motta (via Motta, 24) invece, sarà visitabile gratuitamente il parco ottocentesco, luminosissimo e con molte prospettive sul lago e sull’isola di San Giulio. La prenotazione non è necessaria.

Leggi anche:  Biciclettata aronese: tutto pronto per domenica

Un’iniziativa giunta all’ottava edizione

E’ ormai l’ottavo anno che l’associazione Dimore storiche italiane propone questa iniziativa. Lo scopo è quello di aprire al pubblico un patrimonio storico, artistico e culturale unico. Pieno di realtà affascinanti e spesso poco conosciute. Inoltre si vuole promuovere la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali privati soggetti a vincolo, la cui tutela è affidata ai singoli proprietari. L’iniziativa gode dell’importante collaborazione con il Politecnico di Torino nell’ambito del workshop “Il progetto per la valorizzazione delle dimore storiche del Piemonte”. Sono stati quindi selezionati 28 studenti dei corsi di laurea in Architettura e Design. Hanno approfondito il valore storico architettonico di alcune dimore del territorio regionale per presentarle direttamente ai partecipanti in occasione delle aperture straordinarie.