Souvenir alimentare: dal novarese i turisti apprezzano molto alcuni generi alimentari tipici. Da Pasqua al primo maggio trionfano varie specialità.

Souvenir alimentare: i gusti dei turisti

Cresce il ‘souvenir alimentare’, nell’indagine di Coldiretti Novara Vco i prodotti più scelti. Il riso, il vino ma anche i formaggi, il tipico ‘salame della duja’ e il miele nelle varietà più caratteristiche prodotte nelle due province: castagno, acacia, millefiori e rododendro.

E’ il “souvenir agroalimentare” ad essere preferito dai turisti come ricordo da portare a casa dopo un viaggio nel nostri territori. Sono Coldiretti Novara-Vco e Campagna Amica a stilare la classifica dei prodotti più gettonati nelle scelte di chi visita i nostri
laghi, pianura e Alpi.

La “fotografia” è scattata alla luce delle recenti vacanze pasquali e in previsione dei lunghi ‘ponti’ del 25 aprile e del 1° maggio, per i quali già fioccano le prenotazioni negli agriturismi presenti sul territorio.

Il vino è in testa, invece, nella hit-parade di chi può raggiungere in auto le nostre mete turistiche, mentre purtroppo chi viaggia in aereo è scoraggiato dal fatto di non poterlo imbarcare in bagaglio a mano. Ma in molti decidono di farselo spedire a casa direttamente dalle cantine, o di ordinarlo una volta rientrati. Discorso diverso per i formaggi, che sono scelti un po’ da tutti, ma in quantità moderate. Questo in modo da poterne ottimizzare il consumo una volta rientrati a casa. Completano la classifica i salumi tipici – il salame della duja, ma anche le mortadelle di fegato e i fidighin – miele e confetture”.