Imprenditoria piemontese nel terzo trimestre il tessuto ha manifestato una sostanziale stabilità rispetto al 2016.

Imprenditoria piemontese i dettagli

Nel terzo trimestre 2017 il tessuto imprenditoriale piemontese ha manifestato una sostanziale stabilità rispetto allo stesso arco temporale del 2016. Nel periodo luglio-settembre 2017, infatti, sono state 4.499 le aziende nate in Piemonte, dato leggermente inferiore rispetto a quello registrato nel corso del III trimestre 2016 (4.581). Al netto delle 4.030 cessazioni (valutate al netto delle cancellazioni d’ufficio), il saldo appare positivo per 469 unità (nel III trimestre 2016 il saldo era stato di +524 unità), dato che porta a 437.479 lo stock di imprese complessivamente registrate a fine settembre 2017 presso il Registro delle imprese delle Camere di commercio piemontesi.

Il bilancio

Il bilancio tra nuove iscrizioni e cessazioni si traduce in un tasso di crescita del +0,11%, analogo rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2016 (+0,12%) e di poco inferiore rispetto a quello rilevato a livello medio nazionale (+0,30%).

Leggi anche:  Netweek inaugura la 66esima redazione, BassanoWeek

Le dichiarazioni

“I risultati del III trimestre dell’anno tratteggiano un Piemonte che vuole scommette sull’impresa, soprattutto su quella turistica che registra il tasso migliore di crescita. Ma molto c’è ancora da fare – commenta Ferruccio Dardanello, Presidente Unioncamere Piemonte –. Ora infatti dobbiamo premere sull’acceleratore e puntare sul rilancio dei prodotti e sulla valorizzazione del nostro territorio. Questo grazie anche alla digitalizzazione e a un uso più diffuso delle tecnologie in tutti i settori. Temi sui quali le Camere di commercio stanno lavorando già da tempo, per diffondere la cultura dell’innovazione e del cambiamento”.