Buoni pasto e inadempienze contrattuali da parte delle società emettitrici: arriva lo sportello di aiuto.

I buoni pasto

Il tema dei buoni pasto è sempre di grande attualità. L’ultimo provvedimento del Codice degli appalti e il decreto MISE hanno significativamente cambiato lo scenario di mercato. E’ ancora presto per dire se le nuove regole saranno in grado di arrestare la deriva cui abbiamo assistito nel corso degli ultimi anni o se, al contrario, l’involuzione del mercato continuerà la sua inarrestabile marcia.

Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, anche grazie alla collaborazione con Anseb, sta avviando su tutto il territorio nazionale gli sportelli “SOS Buoni Pasto”. “Questo servizio -continua Zuin- permetterà  di costruire una casistica dettagliata delle problematiche esistenti nel mercato, anche per collaborare con le stazioni appaltanti perché ne tengano conto nel predisporre le gare”.

Inoltre, viste le numerose richieste che da tempo arrivano agli uffici, la Federazione si è attivata per definire un servizio di consulenza legale. Nelle province di Novara e nel VCO il servizio è attivo negli uffici di Confcommercio Alto Piemonte. Per info da subito 0321 614411 o altopiemonte@confcommercio.net.

Leggi anche:  Pil Lombardia sempre più su: Veneto dietro, doppiato il Piemonte