5 stelle: “La gara di appalto rifiuti non è conferme al piano regionale, faremo esposto all’anticorruzione se non verrà subito ritirata”.

5 stelle la denuncia

“Il capitolato della gara d’appalto dei rifiuti indifferenziati pubblicato dal Consorzio Basso Novarese non rispetta le prescrizioni vincolanti del piano rifiuti regionale. Dunque se la gara non sarà ritirata presenteremo esposto all’Autorità Anticorruzione”.

Così Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

“Come confermato dallo stesso assessore regionale all’Ambiente Valmaggia, tutti i soggetti preposti alla governance dei rifiuti “sono tenuti al rispetto degli obiettivi posti dal Piano regionale”. Perché il Consorzio Basso novarese ritiene di dover fare eccezione?”.

“Il capitolato infatti non prevede il trattamento dei rifiuti indifferenziati presso un impianto di trattamento meccanico biologico presente nell’area est della regione Piemonte. Così come impone il Piano rifiuti regionali”.

“A questo punto se la Regione non intende far rispettare il piano regionale a tutti i consorzi del bacino se ne occuperà direttamente il Movimento 5 Stelle. Resta il nodo di come sia possibile che debbano essere le forze politiche a svolgere un ruolo di verifica che spetterebbe agli organi di controllo della Regione. Non rispettando le prescrizioni del Piano la Regione dovrebbe infatti commissariare i vertici del Consorzio con un commissario ad acta. Così come previsto dalla legge regionale 24 del 2002”.