Come fare per avere un sorriso perfetto senza far ricorso a costose sedute dal dentista utilizzando il laser? Ci sono alcuni accorgimenti preventivi che si possono adottare ed altri rimedi naturali da provare per ottenere il più classico degli «smile white». Primo: non bisogna fumare; il catrame e la nicotina si depositano sullo smalto giorno dopo giorno, mese dopo mese ed ingialliscono i nostri denti. Anche lo sbiancamento dal dentista può poco contro questa cattiva abitudine. I «nuovi» denti bianchi soccomberanno presto allo sgradevole giallognolo del fumatore subito dopo pochi mesi (e tutto tornerà come prima).

Come fare per avere un sorriso perfetto

Secondo: meglio evitare cioccolato e caffè per le stesse ragioni (anche se di minore entità). Terzo: lavarsi sempre bene i denti con dentifricio apposito e risciacquare con colluttorio ogni volta che si finisce di mangiare evitando troppi spuntini fra i vari pasti. Detto questo, e messi in pratica questi buoni consigli, ci sono alcuni alimenti che consumati regolarmente possono aiutare nello sbiancamento dentale. Eccoli.

Dal bicarbonato al limone

Il bicarbonato è uno dei rimedi più suggeriti in questo caso, ma attenzione a non esagerare perché l’effetto abrasivo può creare altri problemi. Per utilizzarlo, unite un cucchiaino di bicarbonato di sodio con mezzo cucchiaino di sale fino: la polverina va spalmata sullo spazzolino e ci si lava i denti così. Ripetere il trattamento ogni quindici giorni. Anche le fragole hanno proprietà sbiancanti. Tagliare a metà una fragola e strofinarla sui denti porta ad una reazione chimica naturale che rimuove le macchie e uccide i batteri interstiziali. In più, il sapore è certamente buono. Il limone ha un effetto simile: attentare una fetta di questo aspro agrume e tenerla «morsicata» per qualche minuto corrode la pàtina di giallognolo che ci dà tanto fastidio. Anche in questo caso è bene non esagerare perché l’acido ascorbico può corrodere lo smalto. Si consiglia il trattamento un paio di volte al mese.

Leggi anche:  Ecco perché il peso influisce sul buonumore

Una visita in erboristeria

La pianta di araak cresce in Medio Oriente, e la sua radice è portentosa come rimedio per sbiancare i denti, grazie ai fluoruri, al silicio e alla vitamina C. Si compra in erboristeria allo stato grezzo, poi va sbucciata e sfregata contro i denti un paio di volte a settimana. Infine la salvia è uno degli ingredienti più utilizzati nei preparati dentifrici per via della sua efficacia nella rimozione di macchie. Inoltre, è un potente antibatterico, efficace anche contro l’alitosi. Un paio di volte alla settimana, sfregate sull’arcata dentale una foglia di salvia per un minuto; occhio perché aumenta la sensibilità dei denti.