Campione aronese, Matteo Fanchini ha portato a termine un’altra straordinaria impresa

Campione aronese ai mondiali di surf adattato

Un risultato storico per l’Italia del Surf, e a firmarlo, insieme ai compagni del suo team, l’atleta aronese 46enne non vedente Matteo Fanchini. Dal 29 novembre al 3 dicembre si sono svolti a La Jolla, in California, gli ISA World Adaptive Surfing Championship, ossia i campionati mondiali di Surf adattato. Per la prima volta nella storia, grazie all’incredibile prestazione di Massimiliano Mattei, quarto nella categoria Prone, l’Italia è riuscita a centrare un posto in finale e una medaglia in questa competizione. Un successo che consacra l’intero Team (composto da Mattei, Fanchini, Fabio Secci e Lorenzo Bini) visto il decimo posto conquistato nella classifica per Nazioni. Il migliore mai ottenuto dall’Italia.

Quinto classificato

Risultato personale eccellente per l’aronese Fanchini, che ancora una volta si è dimostrato capace di grandi imprese. L’atleta è arrivato fino alla semifinale di questi Mondiali e portando a casa un quinto posto al suo debutto assoluto nella kermesse. Al suo fianco l’atleta della Nazionale Italiana di Paddleboard Nicolò Di Tullio.

La soddisfazione

“Al mio primo mondiale – commenta l’aronese – ho sfiorato la finale per 07 punti! Per me è un risultato eccezionale perché è solo da febbraio che sto “facendo onde”. Ma è tanto merito di Nicolò di Tullio, Mirko Babini e Sergio Cantagalli. Ringrazio tantissimo anche i miei compagni di squadra e tutta la federazione. Siamo stati fortissimi perché siamo entrati nella top ten. Altri ringraziamenti vanno alle guide che mi hanno allenato e a tutti gli amici che mi hanno sopportato e supportato e… grazie mamma!”. L’articolo completo sul numero del Giornale di Arona in edicola da venerdì 8 dicembre.