Novara-Bari si giocherà domani alle 15 al al Silvio Piola: il pareggio in casa manca da 46 anni.

Novara-Bari da Cruz e Macheda coppia d’attacco

Nella formazione che affronterà domani pomeriggio il Bari non ci sarà Marco Chiosa. Per il difensore torinese problemi muscolari e un probabile arriverderci al 2018. Per la sua sostituzione favorito Del Fabro. In gruppo sono tornati Casarini e Troest mentre Sansone ha svolto lavoro differenziato. Sempre attesa la prima convocazione per l’attaccante Maniero. Per tanto, Novara con il classico 3-5-2: Montipò. Golubovic, Mantovani, Del Fabbro. Dickmann, Moscati, Orlandi, Casarini, Calderoni. Da Cruz, Macheda.

Numeri e statistiche (in casa) contro la squadra pugliese

Sono 21 i precedenti ufficiali al Silvio Piola tra Novara e Bari. Il bilancio è a favore degli azzurri con 12 successi, 4 sconfitte e 5 pareggi. Ed è proprio il segno “x” quello che manca da più tempo, infatti è dalla stagione 1971/1972 che a Novara il bari non riparte con un punto in più in classifica; era il 26 marzo 1972, 1-1, sempre in Serie B. L’arbitro del match sarà Luigi Pillitteri della sezione di Palermo. Chissà se sarà il direttore di gara che assegnerà ai padroni di casa il primo rigore stagionale; come il Novara, anche Carpi, Frosinone e Cesena non hanno goduto ancora di un tiro dagli 11 metri.

Leggi anche:  Waterpolo Novara concentramento Torino

Alla squadra di Corini la vittoria manca da (quasi) un mese

Il Novara non vince in campionato da 4 turni. L’ultimo successo risale al 21 ottobre quando si è imposto per 2-0 in casa del palermo. Poi, due pareggi e altrettante sconfitte. Si allunga la striscia se si va a ritroso a cercare gli ultimi tre punti, tutti insieme, al Piola: era l’8 ottobre, 2-1 al Frosinone. Non a casa, di tutto il campionato cadetto, il Novara è la squadra che ha perso più partite in casa: 4 Ko, sulle 6 interne. Lo stop più pesante, ovviamente, è quello nel derby contro la Pro Vercelli. E’ giunto il momento di invertire il trend.