Sono stati trovati dei nidi del lepidottero nei boschi tra Mezzomerico e Marano Ticino: allarme processionaria.

Allarme processionaria tra Mezzomerico e Marano Ticino

Inizia la primavera e si riprendono a fare passeggiate nei boschi. Ma, specie se in boschi di conifere, può capitare di fare brutti incontri. E’ il caso capitato nei boschi tra Mezzomerico e Marano Ticino: già da diversi anni la presenza della processionaria si registra in maniera massiccia. Nella fase invernale questi insetti creano dei nidi sulle conifere (nel caso della processionaria del pino), dove le larve trovano nutrimento dalle foglie aghiformi. I nidi si spostano ramo per ramo, man mano che vengono spogliati del fogliame.

Il vademecum di norme da osservare

Gli specialisti indicano alcune precise norme da osservare nei casi in cui ci si debba imbattere nell’insetto: non avvicinarsi alle piante che presentano nidi di Processionaria e comunque evitare di sostare sotto pini e conifere in generale; non toccare a mani nude i nidi o le larve; non toccare a mani nude corteccia di alberi, arbusti o rami infestati; evitare lavori che possano diffondere nell’aria i peli urticanti, a esempio rastrellamento delle foglie o sfalcio dell’erba; nel caso si rendesse necessario asportare i nidi, proteggersi adeguatamente con tuta, guanti, occhiali e maschera; i nidi asportati devono essere raccolti e bruciati. È assolutamente vietato gettarli nei rifiuti, conferirli nella raccolta differenziata, abbandonarli sul terreno o ai bordi delle strade; tenere i cani al guinzaglio e lontani dalle conifere.

Leggi anche:  Popillia Japonica, Coldiretti Novara: "Operare con urgenza, danni ingentissimi"

Cosa fare in caso di contatto

fare tempestivamente una doccia e lavare gli indumenti a temperatura elevata (almeno 60°); trattare la pelle pulita con un prodotto antistaminico; se il contatto è avvenuto con le mucose, sciacquare subito le parti contaminate con acqua e bicarbonato (anche nel caso di cani, cavalli o altri animali); in caso di irritazione congiuntivale, di irritazione delle vie aeree o crisi asmatiche rivolgersi immediatamente al medico (o al veterinario).