Amianto zero: una conferenza per informare i cittadini

Amianto zero: se ne parla con Legambiente e Arpa

Sabato 20 gennaio nell’aula magna del Comune di Arona, dalle 10 alle 13 si terrà una conferenza “Tour delle buone pratiche – Città amianto zero”. Un evento organizzato da Legambiente e Arpa Piemonte in collaborazione con Anci, con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Novara.  Coinvolti anche i comuni di Arona, Belgirate, Castelletto T., Comignago, Divignano, Dormelletto, Gattico, Invorio, Lesa, Meina, Oleggio C., Pombia. La conferenza avrà carattere divulgativo. L’obiettivo sarà fornire informazioni ai cittadini e strumenti di conoscenza approfondita agli amministratori e ai tecnici comunali. Si parlerà dei rischi connessi all’asbesto, della legislatura, delle norme vigenti e del piano regionale amianto.

La parola anche ai sindaci

Nel corso della mattinata è previsto l’intervento dei sindaci e amministratori locali sulle buone pratiche di gestione di questa criticità. Saranno anche presentate le iniziative di bonifica intraprese nel territorio (finanziamenti, ordinanze di danno, autorimozioni). Al termine dei lavori è anche programmata una sessione riservata agli interventi del pubblico con domande e risposte.

Leggi anche:  Morta Inge Feltrinelli: era di casa nell'aronese

Il programma

Alle 10 il benvenuto di Massimiliano Caligara presidente circolo di Legambiente Gli Amici del Lago – onlus.  10.10 Apertura lavori con Angelo Robotto, direttore generale Arpa Piemonte e saluto delle autorità regionali. Alle 10.30: Questione di Amianto – dove si trova in Piemonte (mappature, censimenti). Perché e in quali condizioni è pericoloso (antropico e naturale), quali sono i rischi connessi. A cura di Arpa Piemonte.  Dopo “Risposte istituzionali – il piano regionale amianto, le criticità del piano, il destino dei rifiuti, la ricerca di siti di smaltimento idonei in Piemonte”. Con Roberto Ronco, direttore generale Ambiente, Governo e Tutela del territorio Regione Piemonte. Alle 11 Panel dei sindaci e amministratori locali sulle buone pratiche.  A seguire “Le discariche e i depositi – esempi della gestione in alcuni comuni”. Poi  domande e interventi del pubblico.