Buoni pasto, arriva una nuova convenzione per i dipendenti comunali dopo il caso Qui Group.

I nuovi buoni pasto

Sarà il gruppo “Edenred” a erogare i buoni pasto per il servizio mensa sostitutiva per i dipendenti comunali. Ad annunciarlo l’assessore al personale Federico Perugini. «Il caso “Qui Group” – commenta Perugini – è archiviato. Per l’Amministrazione in primo luogo ci sono i diritti dei lavoratori e anche gli esercenti convenzionati novaresi possono tornare ad avere fiducia. Ci eravamo posti gli obiettivi di chiudere il rapporto con “Qui Group” al 31 luglio, anticipandone la scadenza naturale. Poi di individuare immediatamente l’operatore che erogasse già a decorrere dalla prima busta paga utile i buoni pasto del mese di luglio e, in presenza di crediti maturati dai dipendenti, il più celere recupero degli stessi. Oggi, grazie all’attento lavoro del Servizio Personale e della Direzione generale del nostro Comune, possiamo dire che è cosa detta e fatta. Nel rispetto delle regole amministrative, come abbiamo dimostrato in altre occasioni, ci siamo fermati quando abbiamo raggiunto l’obiettivo non prima. Tra le mille difficoltà della gestione ordinaria della città, abbiamo dovuto affrontare anche questa problematica che interessa i lavoratori del pubblico impiego, nonché nostri concittadini».

I nuovi buoni TR

«Dopo la risoluzione contrattuale di poche settimane fa per grave e reiterata inadempienza da parte di “Qui Group” – aggiunge l’assessore. – Con Determina dirigenziale n. 178/2018 è stato aggiudicato l’appalto del servizio sostitutivo di mensa con buoni pasto elettronici “card” alla ditta “Edenred spa” di Milano con il ribasso del 19,14 per cento sul valore nominale del buono di 7 euro. Il giorno 5 di ogni mese sarà inviato il conteggio dei buoni da accreditare a ciascun dipendente. Siamo inoltre stati informati che entro la metà di agosto sarà consegnata la nuova card elettronica con i buoni accreditati e maturati nel mese di luglio. I buoni sono denominati “TR” (Ticket Restaurant, nd) e l’elenco degli esercizi già convenzionati e attivi sono numerosi, ma ad essi seguirà ampliamento del numero degli esercizi convenzionati già richiesto alla società».