Cinque Stelle si schierano contro la decisione di assemblare gli F35 in Italia, precisamente a Cameri.

Cinque Stelle sull’aeroporto di Cameri

Ieri in terza Commissione regionale su richiesta del Movimento 5 Stelle si è parlato dei casi Polioli di Vercelli e FACO di Cameri (NO).
Secondo i consiglieri regionali del M5S Giampaolo Andrissi e Francesca Frediani risulterebbe un fallimento la scelta di assemblare gli f35 in Italia.

“Ci sono 900 lavoratori e solo 300 a tempo indeterminato. Roberto Cota, ex governatore della REgione Piemonte, aveva parlato di 10mila posti di lavoro. L’ex ministro Roberta Pinotti di 5 mila. Una presa in giro bella e buona nei confronti del territorio, perché non solo si producono velivoli predisposti a trasporto di bombe nucleari (armi anticostituzionali) ma tutto ciò avviene con minimi ritorni occupazionali e spese esorbitanti per i cittadini italiani. La scelta dei Governi passati di puntare sugli F35 si sta quindi manifestando in tutta la sua drammaticità anche in relazione al calo verticale di carichi di lavoro in tutti gli stabilimenti Finmeccanica ad eccezione di Cameri dove le ricadute sono minimali”.